Consigli per rafforzare il sistema immunitario dei tuoi bambini

Im Darkmode lesen Im Lightmode lesen

Consigli per rafforzare il sistema immunitario dei tuoi bambini

Dr. Adrian Weingart

Consigli per rafforzare il sistema immunitario dei tuoi bambini

La stagione influenzale è arrivata, e i bambini colpiti sono in media il 26%. Rafforzare il sistema immunitario è essenziale in questo periodo. In questo articolo esploreremo lo sviluppo del sistema immunitario nei bambini, le possibili cause di un'immunità compromessa e le strategie per svilupparlo in modo efficiente.


Come si sviluppa il sistema immunitario nel bambino?


Il nostro sistema immunitario è un intricato processo che ha inizio già nel grembo materno, culminando con lo sviluppo completo del sistema stesso. Durante la gravidanza la placenta svolge un ruolo cruciale fornendo al feto importanti anticorpi, offrendo una prima difesa al delicato sistema corporeo nei confronti dei batteri e di altri agenti patogeni. La protezione prosegue con l’allattamento. Al momento della nascita il neonato è dotato di anticorpi sviluppati dalla madre. Questo implica che i meccanismi di difesa possono variare in base all'ambiente circostante, tuttavia nel corso del primo anno di vita questa protezione gradualmente si attenua perché il corpo del bambino deve fare affidamento solo sulle proprie difese immunitarie. Il sistema immunitario, ancora in via di sviluppo, poggia su una base semplice che, col tempo, si rafforzerà progressivamente per aumentare la sua efficacia difensiva.

 

Cosa si intende per "immunizzazione"?

L'immunizzazione passiva, che si verifica già nel ventre materno, fornisce due elementi importanti: le cosiddette cellule killer e i fagociti, entrambi facenti parte dei globuli bianchi. Questi riconoscono e distruggono una vasta gamma di pericolosi agenti patogeni. Dalla nascita il nostro sistema immunitario si rafforza nel tempo, svolgendo in modo efficace il suo compito.

Oltre alla difesa immunitaria non specifica esiste la difesa immunitaria specifica, la quale rappresenta l'elemento chiave nello sviluppo del sistema immunitario. Questa potente forza difensiva è in grado di riconoscere in modo specifico ciascun patogeno, marcando la memoria con anticorpi appositamente mirati. Tali anticorpi, una volta formati, permettono di riconoscere prontamente l'agente patogeno da futuri attacchi. Subito dopo questa marcatura il patogeno viene catturato e distrutto dai fagociti e dalle cellule killer. Grazie a questo processo un'eventuale infezione può essere respinta con prontezza ed efficacia. Successivamente il corpo sviluppa una specificità immunità, offrendo una difesa mirata contro particolari patogeni come morbillo, parotite, e altri.

Cosa causa un sistema immunitario indebolito nei bambini?

Nelle prime fasi della vita i bambini affrontano una serie di sfide, come giocare in gruppo, divertirsi nella sabbia o partecipare alle attività scolastiche. Durante queste interazioni entrano in contatto tra di loro e con l'ambiente circostante, esponendosi costantemente a batteri e virus.

Nel contesto scolastico e nei nidi ci si trova regolarmente ad affrontare diverse problematiche, che spaziano dalle otiti ai raffreddori e alle infezioni respiratorie, fino ad arrivare alle infezioni gastrointestinali. Il nostro obiettivo è rafforzare il sistema immunitario dei più piccoli! Ogni nuova sfida immunologica rappresenta un elemento chiave nel potenziare il sistema immunitario, conferendogli una maggiore efficacia nel tempo. Nonostante possa risultare faticoso per il corpo, questo processo risulta essenziale per rafforzare l'organismo.

Durante l’inverno è maggiormente coinvolto nel ridurre il rischio di malattie. In questa stagione il corpo potrebbe trovarsi a fronteggiare varie sfide nel contrastare potenziali infezioni. I bambini piccoli possono avere difficoltà nel comprendere e adottare abitudini igieniche simili agli adulti, come il lavaggio regolare delle mani e il soffiarsi il naso; Inoltre la carenza di nutrienti essenziali, lo stress sia psicologico che fisico, o una quantità insufficiente di sonno possono indebolire il sistema immunitario. Ogni volta che il nostro sistema immunitario affronta un nuovo attacco, le sue difese risultano maggiormente stressate. Per questo motivo è di vitale importanza sostenere il corpo attraverso un'alimentazione equilibrata e l'integrazione di vitamine. Questo supporto non dovrebbe limitarsi esclusivamente ai bambini, ma dovrebbe coinvolgere l'intera famiglia. Infatti le difese immunitarie dei genitori sono anch'esse sottoposte ad una interazione con nuovi agenti patogeni, contribuendo così al loro rafforzamento nel lungo termine. Scopri come rinforzare il tuo sistema immunitario.

 

Come si può rafforzare il sistema immunitario del bambino?

Un sistema immunitario forte richiede un adeguato apporto di nutrienti per operare in modo efficace. Questi nutrienti essenziali derivano principalmente da una dieta equilibrata. Nonostante l'abbondanza di cibo nella nostra società, il sistema immunitario spesso subisce una sorta di "carenza di carburante".

La ragione di ciò può essere attribuita al fatto che spesso siamo sommersi da un'eccessiva varietà di scelte alimentari, portandoci a prendere decisioni che non sono necessariamente benefiche per la nostra salute. In particolare i bambini sono più inclini a concentrarsi sul sapore e colore di un cibo. Ecco perché spesso si ritrovano a seguire diete relativamente monotone. Naturalmente non possiamo biasimarli; chi potrebbe resistere ai svariati colori vivaci e dolci? Nonostante le proposte alimentari concepite per i bambini siano caratterizzate da una varietà di colori e forme giocose, spesso si riscontra una carenza o addirittura l'assenza di nutrienti essenziali.


Come si può incoraggiare i bambini ad una dieta sana?

Scegliere la motivazione piuttosto che la costrizione si è dimostrato sempre efficace. Costringere i bambini a finire il piatto può avere l'effetto contrario, minando un atteggiamento positivo nei confronti di una dieta sana. Gli esperti continuano a sconsigliare l'uso del cibo come premio o punizione. Molti di noi ricordano dall'infanzia il dover 'guadagnare' qualcosa di dolce, specialmente dopo aver affrontato la temuta verdura. Questo legame può portare a percepire i dolci come qualcosa di positivo, mentre la frutta e la verdura vengono associate a un'esperienza meno piacevole. Trovare un equilibrio, dove non si vietano completamente dolci o cibi meno salutari ma si concedono con moderazione, si rivela un approccio molto efficace. È la quantità che fa la differenza. Raggiungere un compromesso rappresenta anche un buon allenamento per una corretta educazione alimentare!

Inoltre coinvolgere i bambini in modo divertente durante la spesa e la preparazione dei pasti può rendere l'esperienza più piacevole. Sperimentare regolarmente nuovi cibi non solo aggiunge divertimento, ma anche varietà alle loro abitudini alimentari. Questo approccio contribuisce a far accettare meglio l'idea di provare cibi sconosciuti, evitando un rifiuto immediato senza concedere al cibo la possibilità di conquistare il palato dei più piccoli. Clicca qui per scoprire delle ricette sane e golose!

Potrebbero occorrere fino a sette tentativi prima che un bambino riesca a esprimere chiaramente le proprie sensazioni riguardo a un determinato cibo, indicando se gli piaccia o meno. Nel caso in cui tutti gli sforzi precedenti non abbiano successo, c'è sempre la possibilità di camuffare la verdura indesiderata in modi creativi!